.
Annunci online

  SaMbA `·.¸¸.·´´¯`··._.·Un ubRiAcOnA...NeSsUn pErChè׺°”˜`”°º×
 
Diario
 


ßêñvêñµTi


sarà un blog allegro???




si....




sarà un blog triste???




si


sarà un blog pensieroso???

si....

sarà un blog che parla di moda???



si....




scrivero' di tutto e di tutti...senza dire mai di no....


20 febbraio 2007



se vi servono consigli di moda...o piu' semplicemente volete essere informati su prezzi e negozi lasciatemi un commentino e io rispondero' al piu' presto!!!
vi mostrero' in seguito borse...
Pink Crystal Oscar Bag

orecchini...
Diner Slinky Earrings

mollettine e tanto altro...
2 x Heart GripsMini Polkadot Mirror

perchè io cme tante altre

adoro fare shopping....




permalink | inviato da il 20/2/2007 alle 17:23 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


20 febbraio 2007



è una cifra che nn scrivo su questo bloggggggg!!!
sono successe talmente tante cose che nn mi va di raccontarle tutte...
pero' devo per forza far vedere questo gioiellino...
Diner Spot Stripe Bow Pumpsnon sono fantastiche???

sicuramente un po' eccentriche,estive,difficili da mettere ma sono o non sono un amore???
devo fare un saltino da accesorize...ma prima devo raccimolare 30 euri altrimenti che ie racconto???




permalink | inviato da il 20/2/2007 alle 17:16 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


26 gennaio 2007

DiMaGrIrE CoN Il vInO....

Dimagrire con il vino
Dimagrire con il vino
Metabolismo lento? Cellulite? Gonfiore? Il vino, se assunto in dosi moderate durante i pasti, è un ottimo alleato della dieta... e della salute!

Sanihelp.it - Il tuo metabolismo lento ti impedisce di perdere peso, nonostante gli sforzi per seguire la dieta?
Allora potresti cominciare a berci su!

Non è una battuta: un bicchiere di vino a pasto (ma non di più) è un’ottima arma per perdere peso, perché regola naturalmente il metabolismo di oli e grassi.
Alla base di questa azione c’è un complesso meccanismo biologico.
Per mantenere un buon equilibrio di tutto l’organismo e metabolizzare correttamente gli alimenti ingeriti, infatti, è necessario conservare un corretto rapporto tra acidità e alcalinità, che tecnicamente si definisce equilibrio acido-base, rappresentato da un Ph compreso tra 7,35 e 7,40.

In questo modo si assicura il buon funzionamento delle due fasi metaboliche: il catabolismo, ovvero l’azione di demolizione delle sostanze ingerite per produrre l’energia necessaria alla vita, e l’anabolismo, cioè la sintesi delle molecole elementari per produrre le sostanze utili alle varie parti del corpo.
E qui torniamo al vino, tanto caro a noi italiani: se consumato in dosi moderate, contribuisce in modo efficace a mantenere l’equilibrio acido-base, e a metabolizzare in modo corretto i grassi, le proteine e gli zuccheri.

L’azione di alcune sostanze contenute nel vino, come il
glicerolo e il mesoinositolo, garantiscono inoltre una corretta trasformazione e digestione dei grassi, scongiurando i rischi di obesità e cellulite dovuti al malfunzionamento di questi processi.

I vini migliori per questa azione sono quelli secchi, privi di zuccheri, e di limitata gradazione alcolica (circa 10 gradi).
I vini ricchi di acidi organici, come il Barbera, possiedono invece spiccate proprietà diuretiche, quindi favoriscono l’eliminazione delle tossine e contrastano la sensazione di gonfiore addominale.

Il cromo contenuto nel vino, invece, risulta benefico nel potenziare l’azione dell’
insulina proteggendo dal rischio di diabete, mentre l’alcol aiuta a ridurre il tenore di zuccheri nel sangue (da qui il detto «Il vino fa buon sangue»).

Infine, i polifenoli contenuti nel vino rallentano l’invecchiamento, il propanolo combatte ipertensione e mal di testa, le vitamine e i sali minerali garantiscono un buon equilibrio nutrizionale.
Per tutti questi motivi, il vino, associato a una dieta mediterranea ipocalorica, è sinonimo da millenni di buona salute e buona forma fisica.








Le regole del bere corretto
Le regole del bere corretto
Bere vino fa bene alla linea e alla salute, ma solo se fatto in modo corretto. Scopri come, quando, perchè... e come rimediare se hai esagerato!

Sanihelp.it - Il vino non è solo una bevanda gradevole: è anche utile per accelerare il metabolismo e stimolare l’assorbimento dei grassi, è diuretico, è energetico, è tranquillante, è vasodilatatore, stimola l’incremento di colesterolo buono Hdl e riduce la glicemia.

Per trasformare il vino in un elisir di salute, però, bisogna imparare cinque regole fondamentali:

Cosa bere? Il vino rosso, perché è ricco di tannini e di polifenoli, sostanze che regolano il metabolismo e rallentano l’azione dei
radicali liberi, responsabili dell’invecchiamento.

Perché bere? Per la salute, ma anche per il piacere della degustazione e della convivialità a esso legata

Quando bene? Solo durante i pasti principali, per evitare di affaticare il fegato

Quanto bere? Un bicchiere a pasto per le donne, due per gli uomini

Come bere? Molto lentamente, assaporandone il gusto

Il vino va bevuto solo mentre si mangia, perché l’assunzione di zuccheri, proteine e vitamine del gruppo B derivante dal cibo permette di ridurre fino al 50% la concentrazione di alcol nel sangue.
Non a caso i nostri antenati coniarono il tdetto dulcis in fundo: il dolce servito alla fine dei pasti, in quantità moderate, limita infatti gli effetti dell’alcol sul fegato.

Se poi si prevede di consumare un pasto abbondante, con dosi inusuali di vino, è bene bere un caffè 10-15 minuti prima del pasto: la caffeina ritarda l’assorbimento dell’alcol, che perciò non risulta mai troppo concentrato nel sangue. Lo stesso vale, anche se in dosi più blande, ance per il classico caffè a fine pasto.




permalink | inviato da il 26/1/2007 alle 18:29 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


19 gennaio 2007



SaMbUcA


iL LiQuoRe PeR EcCeLlENzA




Preparazione

La base della sambuca è costituita dagli olii essenziali ricavati dalla distillazione a vapore dei semi dell'anice stellato, che conferisce al liquore un forte profumo di anice, solubile nell'alcool allo stato puro il tutto addizionato da una soluzione concentrata di zucchero e altri aromi naturali.

È simile al Mistrà, l'acquavite di anice.

 La storia

Il nome sambuca deriva da un termine arabo, probabilmente Zammut. Così veniva chiamata una bevanda a base di anice "approdata" nel porto di Civitavecchia su navi provenienti dall'Oriente.

Il nome italianizzato veniva dato ad un liquore, anch'esso a base di anice, nato a Civitavecchia da tempo, che pertanto nulla ha a che vedere con la pianta del sambuco. Infatti in questa città portuale in provincia di Roma, viene prodotto da oltre 130 anni un liquore a base di anice chiamato appunto sambuca.

La prima commercializzazione si ebbe alla fine del 19° secolo a Civitavecchia con Luigi Manzi che diede i natali alla Sambuca Manzi appunto, ancora oggi prodotta. Nel 1945, a guerra appena finita, nasce la “Sambuca Extra Molinari” per iniziativa del Commendatore Angelo Molinari.

 Modi di degustazione

 Liscia

La sambuca può essere servita liscia, come ammazzacaffè o semplicemente come drink. Possono essere aggiunti uno o due chicchi di caffè come ornamento, la cosiddetta "mosca", che masticata mentre si beve ne esalta il gusto.

 Con ghiaccio

La sambuca può essere servita con ghiaccio, con uno o due chicchi di caffè come ornamento. Questa è un'ottima scelta per gustarsi la sambuca: oltre ad essere piacevolmente fresca, infatti, il ghiaccio ne esalta molto le proprietà aromatiche.

Con chicco di caffè tostato

La sambuca può essere servita liscia con un chicco di caffè tostato immerso nel bicchiere. Al bar basterà chiedere una sambuca con la mosca e il barista capirà al volo. Il chicco di caffè dovrebbe risaltare la dolcezza e la freschezza del liquore.

 Correzione per caffè

La sambuca può essere utilizzata come correzione per il caffè. Il caratteristico gusto della Sambuca, dolce ma allo stesso tempo deciso, si sposa ottimamente con l'aroma del caffè.

 Con acqua

La sambuca con aggiunta di acqua fredda è una piacevole bevanda rinfrescante e dissetante, l'ideale per le giornate estive. Ottima anche durante i pasti per accompagnare pietanze a base di pesce.

Flambé

Utilizzare un bicchierino stretto, accendere la sambuca in superficie, tappare il bicchiere con il palmo della mano finché la fiamma si spegne. Staccare la mano e bere tutto di un sorso. Volendo si possono aggiungere nel bicchiere un paio di chicchi di caffè per aromatizzare la sambuca.





permalink | inviato da il 19/1/2007 alle 18:19 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


19 gennaio 2007



la politica rende l'uomo malvagio
ma senza lo sarebbe ancora i piu'


la filosofia lo fa ragionare
ma anche odiare


un buon bicchierino di sambuca...


gli fa solo che bene
...




permalink | inviato da il 19/1/2007 alle 18:9 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


19 gennaio 2007



ma perchè aspettare domani???
certo parlo io che rimando e rimando...
ma purtroppo nn ho il coraggio...
è buffo pensare di aver dato miglioni di consigli azzeccati a mille persone e nn riuscirsi a dare un misero consiglio da soli...spero proprio di trovare una soluzione...
forse ho paura delle conseguenze  ma continuare cosi' nn ha senso...
tenersi dentro tutto  nn è piacevole...
ma forse è meglio cosi'...nn sono amareggiata..
sono solo sconfitta...




permalink | inviato da il 19/1/2007 alle 18:0 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


18 gennaio 2007

lA VoGlIa dI ViVeRe

Spesso ci si lamenta per cose futili..ci si lamenta per nn aver trovato un preciso paio di scarpe o perchè nn hai colto una squadra a pikketto...ma sono cose inutili...vivere è l'importante...la gioia di farlo soprattutto..la voglia di ridere..la voglia di voler bene...la voglia di piangere...la voglia di urlare e magari la voglia di amare...se nn ce voglia ke vita c'e'???Mai aspettarsi troppo....ma bisogna andarselo a cercare...la fortuna è una cosa cosi' volubile che nn è possibile controllarla,mate la puoi andare a cercare...e la puoi trovare solo nella voglia di vivere...le amicizie,la famiglia,l'amore ono tutte cose bellissime...solo se hai voglia di viverle...segui un mio consiglio...nn arrabiarti per te o per gli altri...vivi...




permalink | inviato da il 18/1/2007 alle 18:20 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

sfoglia     gennaio       
 

 rubriche

Diario

 autore

Ultime cose
Il mio profilo

 link

Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0

Feed ATOM di questo blog Atom